Meraviglie croccanti

IMG_1926.JPG

In previsione di martedì grasso, mi sono portata avanti e ho dedicato la mia domenica alla preparazione delle Meraviglie, come le chiamiamo in Sardegna. Eh si.. perché gustarle e sentirle scrocchierellare sotto ai denti è una vera meraviglia… croccanti e leggere fanno parte della tradizione italiana di questo periodo.. il Carnevale…

Le meraviglie hanno un’origine antichissima, infatti risalgono all’epoca romana. In quel periodo venivano preparati dei dolci a base di uova e farina, detti “frictilia“, fritti nel grasso di maiale dalle donne romane in occasione dei Saturnali, festività che corrispondevano all’attuale Carnevale.

Si preparavano grandi quantità di questi dolci che venivano distribuiti a buon mercato per le strade in occasioni della festa.

Le meraviglie hanno molteplici denominazioni a seconda della zona d’Italia in cui ci troviamo, si chiamano chiacchere, cenci, frappe, bugie…e chi più ne ha più ne metta..

Questo dolce è sopravvissuto così tanto grazie alla sua semplicità, non solo negli ingredienti, ma anche nella realizzazione.

Rispetto a tanti altri dolci, le chiacchiere si mantengono per settimane se conservate in un luogo fresco e asciutto ovviamente chiuse bene in un contenitore o in un sacchetto.

Meraviglie croccanti (dose per due vassoi)

500g farina00

2 uova

2 cucchiai colmi di zucchero semolato

50g burro morbido

un pz sale

la scorza grattugiata di un limone

la scorza grattugiata di due arance

50g liquore a scelta (Grappa/Rum/Vodka/Marsala/Anicino)

vino bianco secco (dai 30 ai 50g)

olio di arachidi per friggere

zucchero a velo

  • VERSATE LA FARINA NELLA CIOTOLA DELLA PLANETARIA O IN UN CONTENITORE DI VETRO SE DECIDETE DI FARE L’IMPASTO A MANO
  • AGGIUNGETE IL SALE, LA SCORZA DEGLI AGRUMI, LO ZUCCHERO, IL LIQUORE E LE UOVA
  • COMINCIATE A MESCOLARE CON LA FOGLIA
  • AGGIUNGETE ORA IL BURRO MORBIDO CONTINUANDO A MESCOLARE
  • A QUESTO PUNTO L’IMPASTO RISULTERA’ UN PO’ DURO, E’ IL MOMENTO DI AGGIUNGERE POCO PER VOLTA IL VINO BIANCO.
  • QUANDO L’IMPASTO COMINCERA’ A FORMARE UNA PALLA LISCIA E OMOGENEA SARA’ PRONTO
  • AVVOLGETELO CON DELLA PELLICOLA E FATELO RIPOSARE IN FRIGORIFERO PER UNA NOTTE, VI CONSIGLIO INFATTI DI PREPARARLO LA SERA PER LA MATTINA
  • UNA VOLTA BEN RIPOSATO, STENDETE BENE LA PASTA, DOVRA’ ESSERE SOTTILISSIMA, QUASI TRASPARENTE.
  • TAGLIATE DELLE LOSANGHE BUCATE AL CENTRO  CON LA ROTELLA E TUFFATELE NELL’OLIO DI ARACHIDI A 170C°

IMG_1927.JPG

IMG_1913.JPG

  • QUANDO LE MERAVIGLIE SARANNO BELLE DORATE DA ENTRAMBI I LATI E CON LE BOLLE IN SUPERFICIE, TOGLIETELE DAL’OLIO E FATELE ASCIUGARE BENE SU UN FOGLIO DI CARTA ASSORBENTE
  • SPOLVERIZZATELE CON ABBONDANTE ZUCCHERO A VELO E SERVITE SUBITO

IMG_1914.JPG

IMG_1923.JPG

Se non avete confidenza con il mattarello, utilizzate la macchina per tirare la pasta

Abbiate cura di tirare la pasta sottilissima, determinerà la bontà e la croccantezza delle meraviglie

Utilizzate il liquore che preferite per aromatizzare l’impasto. Io ho usato una grappa barricata

La temperatura dell’olio è fondamentale per garantire un’ottima frittura.

Se volete rendere le vostre meraviglie ancora più golose, sciogliete del cioccolato fondente e tuffatele dentro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...